Ruvio

www.ruvio.it

Videoclip

Lo Stesso Passo

Digital & Store

Foto di Piera Palermo

Digital & Store

Videoclip

Lo Stesso Passo

Il brano racconta una storia d’amore.

Una giovane coppia conduce una vita serena e tranquilla, improvvisamente un giorno lei muore e da quel momento lui non parlerà mai più con nessuno.

Abbandona la loro casa, il suo lavoro e sceglie di vivere la strada:

Ora è un senza tetto come tanti, la fila alla mensa, i litigi per strada per un posto dove dormire, lo sguardo perso nel vuoto.

Passano gli anni, sempre uguali e sempre con il pensiero di lei in testa.

Un giorno, ormai stremato dalla sofferenza, finalmente muore.

La gente che fino a quel momento non si era mai accorta di lui, si ferma per strada, ma è solo curiosità;

Tutti si chiedono perché sia morto con il sorriso sul volto.

Finalmente, dopo trent’anni, può baciarla di nuovo chiedendole la mano al cospetto dell’eternità.

Regia: Fabio Rao

Foto, Aiuto Regia e Video Backstage: Pierpaolo Perri

Musicisti

Violino - Angelina Perrotta, Violoncello - Alessandro Cimino, Flicorno - Flaminio Marino, Contrabasso - Sasà Calabrese, Fisarmonica - Salvatore Cauteruccio

Batteria - Alessio Sisca, Chitarra Acustica -Antonio Rugiero, Chitarra Classica - Alessandro Ruvio, Piano elettrico - Alfredo Biondo, Orchestrazioni - Alfredo Biondo

Arrangiamenti: Alessandro Ruvio, Alfredo Biondo, Giancarlo Pagano

Mastering: Geoff Pesche Abbey Road Studios

Mixato e Registrato presso Paganorecordings studio

Guardavo te

A Te

Femminicidio

La canzone del risvoltino

La Festa di ferragosto

Biografia

Alessandro Ruvio nasce a Cosenza il 2 agosto del 1985.

Dal 2012 è un ricercatore presso il Dipartimento di Ingegneria elettrica della Sapienza Università di Roma. Parallelamente svolge dal 2006 un’intensa attività musicale.

Dal 2006 porta in scena il tributo ai Beatles, The Rubber Soul, con il quale partecipa a programmi televisivi della Rai: "Domenica In" e "I Raccomandati". Nello stesso anno suona nei “Vinsent”, suonando in numerose manifestazioni di musica indipendente.

Nel 2008 realizza un inusuale esperimento: compone la colonna sonora del libro “Colibrì e i libri nitidi” di Francesco Giannino (membro di Officine Buone Onlus) con la collaborazione dell’attore italiano Loris Fabiani. Nello stesso anno compone un disco di colonne sonore dal titolo omonimo. Nel 2009 è il chitarrista del musical “E mi ritorni in mente 2” con Franco Oppini per la regia di Renato Giordano.

Nello stesso anno compone Il brano “Un giorno semplice”, per il cortometraggio “La fabbrica dei volti noti” prodotto dalla Ultimo piano con regia di Riccardo Papa. Nel 2012 esce il primo lavoro cantautoriale “il futuro è passato ma io non ero presente” contenente nove tracce. Nel 2013 esce il suo primo videoclip “Guardavo te” per la regia di Fabio Rao entrando in classifica Mei. Nello stesso anno suona al Gran Premio Di Montecarlo.

Nel 2014 esce il progetto Vesposition (la prima guida dettagliata sulle posizioni del kamasutra da fare sulla vespa) con il videoclip e il brano “A Te”. Ne nasce un’app e un sito.

Nel 2015 realizza un esperimento “social” contro la moda del “risvoltino al pantalone” con un videoclip collage di oltre quaranta contribuiti autoprodotti, provenienti da svariate parti d’Italia e del mondo.

Ad Aprile 2016 esce il nuovo videoclip “Lo Stesso Passo” per la regia di Fabio Rao.

Nel 2017 è Semifinalista del Premio Pierangelo Bertoli e attualmente è impegnato come finalista nel premio “Non è mica da questi particolari che si giudica un cantautore” 

E’ in lavorazione sia il nuovo disco sia la carriera Universitaria.

Gallery

Stampa

Stampa

Scrivimi